venerdì 21 dicembre 2012

Buon Natale 2012!

"Ho sempre pensato al Natale come ad un bel momento. Un momento gentile, caritatevole, piacevole e dedicato al perdono. L'unico momento che conosco, nel lungo anno, in cui gli uomini e le donne sembrano aprire consensualmente e liberamente i loro cuori, solitamente chiusi." (Charles Dickens)

"Ricorda se non riesci a trovare il Natale nel tuo cuore, non potrai trovarlo sicuramente sotto un albero" (Charlotte Carpenter)

Tanti auguri e buone feste a tutti!

Il blog ripartirà dopo le Feste....


domenica 16 dicembre 2012

Inappetenza del bambino: possibili cause mediche



Ecco un nuovo post scritto in collaborazione con la D.rssa Giovanna Gomirato, Pediatra.

Quante volte abbiamo sentito i nostri figli dire "Non voglio mangiare" oppure "Non ho fame" o addirittura "Non mangerò più!"..??

Piuttosto che spaventarsi o innervosirsi, sarebbe utile interrogarsi sulle cause dell'inappetenza del bambino e osservare con attenzione se si tratta di un aspetto temporaneo, che passa nel giro di qualche giorno, o se il rifiuto del cibo diventa un'abitudine frequente.

Quando parliamo di un'inappetenza temporanea, secondo la Dr.ssa Gomirato le principali cause mediche potrebbero essere:
  • l'aver superato da poco una malattia, ad es. virale o stagionale (gastroenterite, influenza, varicella, bronchite, etc.);
  • il covare una malattia, che si manifesterà nel giro di pochi giorni, soprattutto quando l'inappetenza è di breve durata;
  • avere problemi digestivi, legati ad es. anche ad intolleranze o allergie, a cattive abitudini alimentari e simili;
  • aver ecceduto con qualche cibo (indigestione di cioccolato, caramelle etc.);
  • il bimbo è disturbato perché sta mettendo i denti.
Esistono però anche varie cause psicologiche, ad esempio quando il bambino mette in atto una richiesta di attenzione verso i genitori e ha trovato questo canale per renderla manifesta, oppure quando è stufo della routine alimentare di casa/scuola e sente desiderio di novità.

Se la necessità di sperimentare alimenti nuovi è facile da soddisfare, per le cause di tipo più emotivo consiglio di analizzare bene la situazione in famiglia ed il rapporto con il bimbo e, nel caso il problema dell'inappetenza non si risolva, credo sarebbe utile una consulenza specializzata con i Fiori di Bach così come un confronto con il pediatra e, nei casi più complicati, un colloquio con uno psicologo esperto dell'infanzia.


venerdì 7 dicembre 2012

Caramelle calmanti ai Fiori di Bach, Creme lenitive ai Fiori di Bach....

Tutto questo non è ...Fiori di Bach!!

Mi è venuta l'idea di questo post, dopo che numerosi conoscenti mi hanno domandato "Ho visto in farmacia alcune caramelle rinvigorenti ai Fiori di Bach. Funzionano?" e se non rinvigorenti sono calmanti, contro la depressione, contro la paura e così via...

Come Pratictioner certificato presso la Dr. E. Bach Foundation e garante del rispetto del metodo originale creato dal Dr. E. Bach, il mio compito è spiegare a tutti che caramelline "ai Fiori di Bach", creme e simili, qualunque sia il loro scopo, non corrispondono al metodo insegnato dal Dr. Bach e non sono da considerarsi terapeutiche.

E' importante ricordare, che secondo il Dr. Bach non esiste un solo rimedio corrispondente ad un preciso problema emotivo: di fronte a situazioni analoghe il mix personalizzato da consigliare spesso è diverso, proprio perché ogni persona che ha bisogno di aiuto e sostegno è differente dalle altre.
Solo ascoltando attentamente la persona, i suoi commenti e le sue parole precise, conoscendola si riesce a capire quali Rimedi di questo metodo siano davvero in grado di aiutarla. 
Non è possibile, quindi, pensare che caramelline alle quali sia stato aggiunto Vervain o qualsiasi altro Fiore possano avere un effetto reale e duraturo.

Ricordo, inoltre, che il Dr. E. Bach non ha mai consigliato l'assunzione dei Rimedi attraverso caramelle o altri metodi che non siano le gocce di tintura madre (vedi foto) in acqua pura o acqua e brandy.
Per ulteriori informazioni o dubbi non esitate a rivolgervi direttamente a me.

giovedì 29 novembre 2012

Vaccinazioni: i pro e i contro.

Iniziamo oggi una collaborazione con la Dr. ssa Giovanna Gomirato, ex-Primario di Pediatria in pensione.

Le vaccinazioni si ispirano ad un processo naturale: l'organismo aumenta le proprie difese contro una determinata malattia, una volta che sia entrato in contatto con il suo agente patogeno.
Si tratta, quindi, di un procedimento voluto dall'uomo, ma ispirato dall'osservazione delle malattie e in particolare del vaiolo: gli scienziati notarono, infatti, sia che i soggetti che si ammalavano di vaiolo e sopravvivevano diventavano immuni alla malattia stessa, sia che i mandriani che si ammalavano del vaiolo bovino diventavano immuni alla forma umana della stessa malattia.

Questa breve introduzione alla storia delle vaccinazioni è voluta, per spiegare come esse non siano un assurdo forzare la natura, quanto invece ricopiarne le capacità. Del resto le attuali tecniche di preparazione dei vaccini, li rendono molto più sicuri e con effetti collaterali generalmente lievi.

Secondo il parere della Pediatra, sono fondamentali le vaccinazioni contro alcune malattie oggi quasi o del tutto scomparse e della cui gravità si è perso il ricordo, ma che in realtà causavano un altissimo tasso di mortalità infantile e non: difterite, tetano, poliomelite ed epatite B. E' non è un caso che oggi siano state rese obbligatorie.

Facoltative, ma estremamente consigliabili, le vaccianzioni contro pertosse, morbillo, parotite e rosolia soprattutto in considerazione delle gravi complicazioni in cui sono incorsi i bambini e gli adulti non vaccinati.

Si discute molto sui vaccini per la varicella, la meningite e l'influenza.
Secondo la Dr.ssa Gomirato, in tutti e tre i casi gioca a favore della vaccinazione la pericolosità delle eventuali complicazioni. Mentre tra i contro ci sono il fatto che il vaccino della meningite copre solo due ceppi della malattia e non tutti, che quello influenzale non è necessario se non per bambini malati di patologie particolari, i loro familiari e persone anziane o malate croniche, che il vaccino per la varicella non garantisce totale copertura contro la malattia.

Raccomandato anche vaccino contro il papilloma virus, che si fa in età adolescenziale e che serve a proteggere le giovani donne dal rischio di tumore al collo dell'utero, grave complicanza di questa patologia.

domenica 25 novembre 2012

Universo coppia: come i Fiori di Bach possono aiutare in un momento di crisi

Poiché mi rendo conto che l’universo “coppia” costituisce una realtà complessa e diversa in ogni singolo caso, in questo breve articolo non pretendo certo di fornire una chiave per la felicità, ma spero di dare qualche spunto di riflessione e qualche suggerimento su come risolvere alcuni momenti difficili facendo ricorso all’aiuto dei Fiori di Bach.

La storia di un rapporto a due solitamente non è lineare e priva di momenti difficili. A volte l'intimità, la simpatia, la capacità di ridere diventano sempre meno evidenti, più rare e forzate.
La complicità, l’incrociare lo sguardo per confermarsi silenziosamente che si è dalla stessa parte si trasforma nel suo opposto: si litiga, ci si attacca e ci si critica continuamente.
Oppure si diventa più dei coinquilini che una vera coppia.

Possono essere momenti passeggeri, magari causati anche da qualche evento esterno stressante oppure segnali più gravi di una rottura di equilibri preesistenti, che portano ad una progressiva immobilità della coppia stessa. Non si è più in grado di comunicare in maniera chiara e utile, si esprime rabbia e risentimento, si mettono in atto comportamenti distruttivi.

Questa condizione di crisi in molti casi può essere considerata un fatto naturale, necessario per permettere un’evoluzione all’interno della coppia, il passaggio ad una fase successiva che garantirà una nuova e maggiore stabilità e comprensione. Altre volte, invece, può essere il preludio di una rottura.
In ogni caso si tratta di un momento di sofferenza emotiva e di difficoltà ed è in questo senso che i Rimedi del Dr. E. Bach possono essere d’aiuto. (*)
Di seguito esporrò alcuni esempi.

Nel caso i sentimenti dominanti siano rabbia, invidia, gelosia (anche morbosa) nei confronti dell’altra persona, il Rimedio consigliato è Holly perché apre il nostro cuore all’amore, ci aiuta a sentire la dolcezza ed il lato umano che è in noi, ci aiuta a mantenere la calma evitando scoppi di collera e atteggiamenti aggressivi di autodifesa.

Spesso è utile anche Beech, il rimedio che arreca tolleranza e comprensione: invece di giudicare negativamente il compagno/a, con schemi troppo rigidi, il Fiore aiuta a vedere la situazione con lucidità e ad avere un atteggiamento più aperto ed “accettante” nei confronti degli altri.

Se il momento di crisi porta al vittimismo, al sentirsi abbandonati dal destino e ci si chiede perché doveva capitare proprio a noi, il rimedio opportuno è Willow. Nello stato Willow la persona proietta all’esterno le proprie delusioni e la rabbia interiore. Il Rimedio aiuta ad assumersi la responsabilità delle proprie azioni e delle situazioni che si vivono, prendendo in mano le redini della propria vita e adottando pensieri positivi e costruttivi.
Willow è consigliabile, ad esempio, anche quando si sente che il partner non rispetta i nostri desideri e ci si sente sfruttati.

Durante i momenti di difficoltà di coppia è facile sentire di non farcela più, di essere sul limite di scoppiare ed adottare comportamenti e azioni fuori controllo. In questo caso è di aiuto Cherry Plum, che aiuta la personalità ad aprirsi al processo evolutivo senza reazioni eccessive, ad accettare la propria realtà emotiva e che dona calma, coraggio e forza.

Se si è presi da scoraggiamento e si teme di essere ormai ad  un passo dalla separazione, un Rimedio utile è Gentian, che elimina qualunque blocco creatosi a livello di fiducia e permette di adottare un pensiero positivo senza concentrarsi sul “bicchiere mezzo vuoto”. Se si è persa del tutto la speranza, invece, proporrei  Gorse.
Sempre per la paura della separazione consiglierei Mimulus o, se proprio siamo al livello di “panico”, Rock Rose.

Può capitare che, durante un momento di crisi, si vivano grandi sensi di colpa e ci si addossino le cause della situazione (che sia vero o no). Pine può aiutare in questo senso, portando a distinguere i sensi di colpa autentici e reali, legati alla vera situazione che si vive ed eliminando quelli dovuti alla scarsa accettazione di sé e delle proprie debolezze-limiti. Attenuando i sensi di colpa, la persona riesce a concentrarsi di più sul presente con serenità ed obiettività.

Per chi avverte difficoltà ad esprimere le proprie emozioni reali, si sente solo e distante dal partner potrebbero essere d’aiuto sia Water Violet, che aiuta a spezzare quella sorta di orgoglioso isolamento che non permette di comunicare il proprio sentire con sincerità e che fa chiudere allo scambio con l’altro. Oppure Heather, che permette all’individuo di rivolgere la sua attenzione anche sul compagno/a e di uscire da una sorta di eccessivo “egocentrismo” mentale ed emotivo, che porta a sentirsi troppo soli.

Quelli che ho dato sono solo alcuni suggerimenti, per capire il mix adatto a ciascun individuo è consigliabile consulenza personalizzata con un professionista esperto in Fiori di Bach.

(*)Tengo a ricordare che per i casi più complessi e per chi ne sente la necessità, ci si può rivolgere ad un professionista esperto in problematiche di coppia.

venerdì 16 novembre 2012

Adolescenza? Un aiuto naturale dai Fiori di Bach

Adolescenza? Che periodo difficile!! Per chi la vive e per chi ha vicino un ragazzo o una ragazza che sta attraversando questo momento complicato ed affascinante della vita.
Quante emozioni diverse si vivono nel periodo dell’adolescenza, molto intense ed amplificate rispetto al solito: è un momento di grande cambiamento fisico ed emotivo e non tutti i giovani lo vivono con serenità (anzi, direi molto pochi..).
In questo caso i Fiori di Bach possono essere un rimedio naturale, privo di effetti collaterali e controindicazioni, che aiuta ad affrontare con maggiore tranquillità l’adolescenza agendo sul piano emozionale.
Facciamo alcuni esempi.
Per i giovani che sono agitati dal cambiamento del proprio corpo e lo rifiutano, il Rimedio Crab Apple aiuta ad accettare le novità fisiche e ad apprezzarsi, in quanto si tratta del Fiore “purificatore” che tra gli altri benefici permette di accettare ciò che non ci piace di noi stessi.    
Per i ragazzi che hanno problemi di acne e di pelle, sempre Crab Apple utilizzato esternamente aiuta a migliorare la situazione: per fare degli impacchi si diluiscono due gocce del rimedio in due cucchiai d’acqua e si applicano con del cotone direttamente sulle parti interessate, dopo averle accuratamente lavate. Sempre a questo scopo è indicata la Rescue Cream, una crema priva di lanolina e che contiene i medesimi rimedi del Rescue Remedy con l’aggiunta di Crab Apple.
Veniamo adesso al riequilibrio di stati emotivi caratteristici dell’adolescenza.
Non di rado i cambiamenti fisici sono accettati con difficoltà e causano timidezza, spesso i ragazzini arrossiscono, sono timidi e magari hanno difficoltà a parlare in pubblico anche davanti ai coetanei (a scuola, ai gruppi in parrocchia, durante un qualsiasi corso ricreativo, in gruppo nel tempo libero). In questi casi il Fiore Mimulus aiuta ad essere più sicuri di sé, ad abbandonare ansie e paure eccessive e, di conseguenza, ad essere se stessi.
Un altro Rimedio che  può essere molto utile nell’adolescenza, proprio per accompagnare i giovani durante questo passaggio indipendentemente dagli stati emotivi che possono mostrare, è Walnut.
L’adolescenza infatti, come tutti i grandi periodi di cambiamento nella nostra vita, è caratterizzata da una maggiore tensione e labilità interiore; nel corso di questi momenti anche i caratteri più stabili tendono a diventare volubili: ci sono ancora alcuni aspetti che tengono legati all’infanzia e sono presenti altri che proiettano già verso la vita adulta. Walnut è il rimedio che aiuta a procedere nella realizzazione della propria vita, a “lasciare gli ormeggi” distaccandosi in questo caso dall’infanzia e ad accettare la trasformazione in atto.
In questo momento della vita i giovani generalmente si sentono “grandi”, vogliono prendere decisioni da soli e non di rado si sentono vittima di ingiustizie da parte dei genitori e della società in generale.
Facciamo l’esempio di un ragazzo che vuole uscire di sera, il padre è d’accordo ma discutono sull’ora del rientro. Espressioni tipiche di un adolescente in questo genere di situazioni sono “Nessuno mi capisce!” oppure “Ce l’hai sempre con me!”. Ecco, in questo caso il Fiore Willow è utile ad attenuare questa sensazione (generalmente esagerata) di essere vittima di un padre padrone, di essere rifiutato ed incompreso, trattato come un bambino.
Oltre a Willow, o al suo posto, si potrebbe suggerire Vervain per attenuare la frustrazione che il ragazzo prova di fronte a quella che per lui è un’ingiustizia.
Se, durante questa discussione e comunque in generale, sembra che nel giovane prevalga la rabbia e gli sia difficile controllare scoppi d’ira eccessivi, allora è indicato il Rimedio Holly: il Fiore dell’amore e della generosità aiuta a vivere con gioia e con armonia interiore, andando incontro al prossimo con maggiore buona volontà e serenità.
Se, invece, durante le discussioni l’adolescente non ha scoppi d’ira e sembra più accondiscendente, ma al tempo stesso è taciturno e controllato e si ha l’impressione che debba “scoppiare” da un momento all’altro, il rimedio indicato potrebbe essere Cherry Plum.
Altri due Fiori di Bach che spesso si rivelano utili durante l’adolescenza sono Vine e Beech.
I ragazzi generalmente sentono il bisogno di “opporsi” rispetto ai genitori ed agli adulti in generale, di mostrarsi dominanti; per questa loro esigenza sono convinti di avere sempre ragione ed assumono spesso atteggiamenti eccessivamente autoritari ed intolleranti nei confronti degli altri.
In questi casi i due rimedi indicati aiutano ad essere più accomodanti, ad affrontare il dialogo senza imporsi, a sopportare personalità diverse dalla propria e ad accettare le critiche altrui.
Alcuni rimedi possono essere utili anche ai genitori di un ragazzo o una ragazza adolescente, per aiutarli ad affrontare meglio e con maggiore tranquillità il rapporto con i figli in fase di cambiamento.
In particolare suggerirei Vine quando alcuni atteggiamenti nascono più dalla paura di perdere il controllo sui propri figli che da ragioni reali; Beech per aiutare i genitori a porsi da subito con un atteggiamento più tollerante, ad immedesimarsi nei bisogni dei figli e avere reazioni più adeguate agli atteggiamenti che si trovano davanti; Red Chestnut nel caso che la maggiore libertà ed autonomia data ai ragazzi (uscire da soli con gli amici, uscire la sera e tornare tardi, ..) possano essere fonte di paure e preoccupazioni relative al loro benessere. Red Chestnut è utile, ad esempio, al genitore che teme che il figlio si droghi o faccia brutti incontri, che è ansioso perché ha paura che possa avere un incidente sulla via del ritorno e similari.
Vorrei sottolineare, però, che queste sono solo delle indicazioni di base e per ogni adolescente sarebbe importante studiare il mix di Fiori più adatto a lui ed al suo stato emotivo  soggettivo.

domenica 11 novembre 2012

Benessere emotivo...ma non solo!

Forse non tutti sanno che...
No, credo che nessuno di voi sappia che oltre ad occuparmi dei Rimedi del Dr. E. Bach, quindi di un metodo naturale che aiuta le persone a ritrovare equilibrio ed armonia, da un po' di tempo a questa parte mi occupo anche del benessere fisico delle persone.

Seguendo l'ideale greco di "kalos kai agathos", quindi bello fuori e dentro, e parallelamente la filosofia del Dr. Bach, ho pensato che potesse essere utile abbinare alle consulenze relative ai Fiori di Bach, anche alcuni momenti relativi al benessere, inteso più come situazione fisica delle persone.

Alt, un attimo...ovviamente non sono un medico e non curo malattie, non consiglio terapie mediche, mi definirei piuttosto una "Personal Coach" del Benessere, che fornisce un sostegno continuo ai clienti supportandoli e motivandoli per il raggiugimento dei risultati voluti, che siano di dimagrire, di mantenere il peso forma, di tonificare o di apprendere una modalità nutrizionale corretta.
In pratica la mia consulenza consisterà nel valutare la vostra situazione corporea, la quantità di massa grassa e magra, il vostro fabbisogno proteico, le vostre abitudini alimentari e individuare insieme un piano alimentare adeguato, messo a punto grazie agli strumenti di supporto forniti da una azienda di fama internazionale, esperta in nutrizione e alimentazione.
Se poi sarete interessati e d'accordo, potrò proporvi di frequentare un "programma benessere" (alcune lezioni con scadenza settimanale) con altre persone incuriosite o che abbiano già accettato la sfida e/o di  provare alcuni prodotti di quest'azienda, utilizzando i quali potrete raggiungere i vostri obiettivi. Facendo controlli del benessere distanziati nel tempo, vedrete che risultati otterrete e senza grandi sforzi!

Il tutto anche in allegria e divertendoci, perchè  nulla fa meglio di un po' di buonumore.

La consulenza ed il percorso benessere sono totalmente gratuiti, solo i prodotti (nel caso siate interessati a provarli) hanno un costo.
Posso garantire una consulenza personale solo a persone che abitino nell'area di Milano o Torino, altrimenti potremo gestire la cosa via mail.

Un benessere fisico è specchio di un equilibrio personale, ma aiuta anche a sentirsi meglio, a essere positivi, energici e a trovare la voglia di reagire alle situazioni che non sono "adatte a noi"...

Pensateci e scrivetemi liberamente all'indirizzo letinigro@hotmail.com  per ulteriori informazioni.

mercoledì 31 ottobre 2012

Incontro sui Fiori di Bach, presso l'associazione Milan Accueil

Matinée Fleurs de Bach
Connaissez-Vous les Fleurs du Dr. E. Bach?
Les fleurs de Bach sont un moyen naturel qui s’emploie pour pouvoir changer toutes les émotions négatives que l’on pourrait ressentir (comme la dépression, le stress, l’insomnie, …) en sentiments positifs. De cette façon la peur d’échouer changera en un sentiment de patience, le stress deviendra une situation de calme, la rage se change en amour, l’insécurité en confiance..Il s’agit d’un recours naturel d’une grande efficacité et sans effets secondaires /contre-indications.
Adaptes aux adultes et aux enfants, l
es résultats sont stupéfiants et les  personnes se sentent beaucoup mieux.
Letizia Nigro, certifiée au cours du Bach Foundation Center (UK), vous attends le 16 novembre de 10h à 12h pour découvrir ensemble la méthode et comment l’employer dans la vie quotidienne.
La matinée est organisée le 16 novembre de 10 à 12 près de Milan accueil.
Activité gratuite
Contact: letinigro@hotmail.com tel. 3392696524

L'incontro è aperto esclusivamente agli associati "Milan Accueil".

giovedì 18 ottobre 2012

Test: Conosci i Fiori di Bach?

Oggi mi vorrei divertire a proporvi un test.
Volete mettervi alla prova e vedere quanto siete praparati rispetto ai Rimedi del Dr. E. Bach?
Il test è molto semplice: vi propongo una serie di domande, alle quali potete provare a rispondere. In caso di dubbio o se comunque vi fa piacere, potete inviarmi le vostre risposte via mail scrivendo all'indirizzo letinigro@hotmail.com.

Resto a vostra disposizione e vi risponderò prima possibile, confermando la correttezza o meno delle vostre risposte e definendo il vostro livello di preparazione in materia.

Il questionario è utile soprattutto a coloro che già provano a preparare mix per sé e per i propri cari.
Si tratta di un test gratuito e "informale", non consegnerò certificazioni o attestati, ma vi aiuterà a valutare quanto siate davvero preparati sui Rimedi del Dr. E. Bach.

E allora cominciamo...

  1. Qual è il dosaggio raccomandato per i Fiori di Bach?
  2. Quanti sono i Fiori di Bach?
  3. Quali rimedi sono utili in caso di paura?
  4. Quale Fiore si consiglia a chi sogna ad occhi aperti?
  5. Quale Fiore si consiglia a un bambino che va male a scuola, ripetendo spesso gli stessi errori?
  6. Per quanto tempo si devono prendere i Fiori per poter stare meglio?
  7. I Fiori di Bach hanno effetti collaterali?
  8. Cos'è l'effetto a "buccia di cipolla"?
  9. Per quale motivo la Bach Foundation non riconosce l'uso di mix già preparati per problemi come ansia, paure, depressione, stress, insonnia etc, ma solo personalizzati?
  10. Si può avere un peggioramento durante il periodo di assunzione dei Rimedi?
  11. Quali sono i Rimedi per la solitudine?
  12. Quali sono le caratteristiche di Holly?
  13. E' possibile seguire cure tradizionali e/o naturali parallelamente all'assunzione dei Fiori di Bach?
  14. Quale Fiore/i consigliereste per la timidezza?
  15. E per la classica depressione con sbalzi d'umore?
Per il momento limiterei  il test a queste 15 domande, se poi susciterà il vostro interesse lo amplierò con altri quesiti.

Vi ricordo, inoltre, che potete scrivermi per informazioni, dubbi e richieste di pareri via mail, a livello totalmente gratuito.

lunedì 8 ottobre 2012

Tosse nervosa..avete provato i Fiori di Bach?

L'idea di questo post mi è venuta nei giorni scorsi, quando nel corso di un thé con un'amica,  mi raccontava di come stiano vivendo un periodo molto difficile e stressante in famiglia e di come sua figlia (8 anni) sembri aver reagito sviluppando una tosse nervosa, che si sta trasformando in un vero e proprio tic.

Non essendo io una psicologa, ovviamente mi sono astenuta da un'analisi "medica e psicologica" della situazione, ma come amica, mamma  a mia volta e soprattutto BFRP le ho consigliato alcuni Rimedi del Dr. Bach, che in base alla mia esperienza si sono dimostrati utilissimi con i bimbi.

In particolare ho riflettuto sul fatto che la bambina si senta in difficoltà, voglia più attenzione e probabilmente non riesca ad esprimere a pieno le proprie paure ed emozioni relativamente alla situazione in casa.
Alcune frasi riferitemi sembrano proprio indicare nella figlia la paura di sfogarsi, la volontà di non lasciar andare le emozioni e il timore per le sorti della famiglia stessa ("va tutto bene", "non voglio piangere", "come andrà a finire?"..e simili).

Sulla base di tali riflessioni ho proposto per la figlia della mia amica un boccettino con:

Agrimony: perché la bimba in apparenza si mostra serena, di compagnia, simpatica, mentre è presa da un tormento interiore;

Cherry Plum: per questa paura di perdere il controllo delle proprie emozioni e di cosa potrebbe accadere se si lasciasse andare;

Star of Bethlehem: per il trauma causato dalla situazione familiare, di cui lei è a conoscenza;

Red Chestnut: per superare la paura e la preoccupazione per i suoi cari, coinvolti nella problematica;

Pine: per aiutarla a superare eventuali sensi di colpa relativi alla situazione che vive, ma totalmente privi di fondamento.


martedì 25 settembre 2012

Che rabbia!!!...Ti aiuto con i Fiori di Bach

Chi di noi non è mai uscito con quest'esclamazione e non ha provato rabbia, rancore, risentimento?

Si tratta di emozioni comuni e frequenti nella vita quotidiana, che è giusto esprimere e sfogare per mantenersi sereni. E che è corretto contenere e risolvere, qualora ci sembrino diventare eccessive e minare la nostra stabilità e le relazioni con gli altri.

Mi sembra interessante, quindi, segnalare alcuni Rimedi del Dr. E. Bach che si sono dimostrati di grandissima utilità di fronte all'emozione "rabbia", facendo una doverosa premessa: il termine "rabbia" o "ira" è alquanto generico, per comprendere quale sia il Fiore di Bach più adatto ad ogni situazione è fondamentale sondare e capire di quale rabbia stiamo parlando, quali ne siano le cause e le caratteristiche.
E per tale ragione suggerisco sempre di rivolgervi ad un consulente esperto, è difficile prescriversi i Rimedi da soli.

Il primo Fiore che suggerisco è Holly. E' il rimedio per le emozioni negative rivolte verso gli altri, quali gelosia, invidia, sospetto e rabbia se dovuta alle emozioni scritte prima. Le persone nello stato Holly provano questi stati d'animo e ne sono preoccupate e sgomente.
Tipiche espressioni di uno soggetto che necessita di Holly sono "Lo odio!" oppure "Non ci posso fare niente, mi fa una rabbia che abbia raggiunto questi risultati..." oppure "Sono consumata dalla gelosia" e simili.
Holly è consigliabile in caso di crisi di coppia, quando si è arrabbiati con un parente o amico, quando nasca un secondo/terzo figlio. In questo caso, infatti, Holly aiuta ad accogliere meglio il nuovo "venuto", mette in primo piano l'amore per il fratellino/sorellina piuttosto che la paure di perdere l'affetto dei genitori e l'esclusività di figlio.

Holly è adatto quando problema principale è l'assenza d'amore nel rapporto, quando l'amore/amicizia è soffocata da sentimenti negativi predominanti, poichè stimola la generosità d'animo e l'apertura verso gli altri, apre il cuore, aiuta le persone a vivere in uno stato di appagamento e festosità.

Diversa è la situazione, per la quale consiglierei Willow.
Willow è un rimedio per il risentimento, ma mentre chi necessita di Holly è pieno di rabbia, la persona Willow si autocommisera, si sente vittima e biasima gli altri per la situazione in cui si trova, anche quando la colpa è ovviamente sua.
Espressioni tipiche sono "Non vale, non me lo merito" oppure "Non è leale, non è colpa mia" oppure "Se i miei genitori avessero pensato ai miei studi invece di spendere soldi in viaggi, adesso potrei aspirare ad un lavoro migliore!"

I soggetti Willow non manifestano apertamente agli altri il proprio stato emotivo, non litigano o aggrediscono, ma tengono il broncio e sono circondati da un'atmosfera di negatività. Non criticano apertamente l'oggetto del proprio risentimento, ma ne parlano continuamente male con terzi (vedi la nuora che parla male della suocera con il marito, ma di fronte a lei è freddamente gentile).
E' il Rimedio utile per i classici atteggiamenti da "vittima" degli adolescenti ("Ce l'hai sempre con me!").
Il Rimedio aiuta a sentirsi più generosi verso gli altri, meno vittime e ad essere più oggettivi nella valutazione delle situazioni che si vivono: la persona scopre di  essere pieno artefice del proprio destino.

Un altro Fiore di Bach utile potrebbe essere Cherry Plum, nel caso però di un sentimento represso e controllato, che si ha paura di manifestare perché se ne temono le conseguenze.
Spesso ci si trova in stati Cherry Plum alla vigilia di decisioni importanti, quando affiorano nella nostra coscienza emozioni ambivalenti, quindi si diventa preda di un caos emotivo che si teme di non controllare.
Non consiglio Cherry Plum in sé come rimedio per alleviare l'ira eccessiva, ma magari abbinato a Holly o Willow per riuscire ad aprirsi e a sfogarla senza paura.

Farei riflettere anche sul fatto che la rabbia nei confronti di una persona non deve essere confusa con l'intolleranza, per la quale è opportuno assumere Beech (si veda relativo post).

Vi ricordo, però, che ogni caso è diverso dagli altri e necessita di un'attenta riflessione prima di passare alla scelta dei rimedi utili, altrimenti si rischia di consigliare o assumere il Fiore di Bach sbagliato.


giovedì 13 settembre 2012

Lo sapevate che...Fiori di Bach e Fiori Australiani

Forse non tutti sanno che...oltre ai Fiori di Bach esistono altre essenze floreali che possono essere impiegate per tornare in armonia e in equilibrio.

Si tratta sempre di percorsi naturali volti a risolvere disagi emotivi e a ridonare alla persona quel benessere psicologico, che le consentirà di andare avanti bene nella vita e di gestire la propria quotidianità.

Tutti questi sistemi, però, funzionano solo se inseriti in un percorso personale di consapevolezza e se l'esigenza di "riarmonizzarsi" è nata direttamente dal soggetto che assumerà i Fiori: la volontà di stare meglio è la chiave di svolta che garantisce i risultati.

Tra i sistemi floreali alternativi (o qualche volta complementari)  ai Fiori di Bach, da assumere però attraverso mix personalizzati separati, i principali sono:



  • Fiori Australiani o Bush: funzionano come catalizzatori, mettendoci in contatto con la nostra spiritualità (Io superiore) al fine di raggiungere armonia e serenità. In tutto sono 69 e vengono usati da soli o combinati, a seconda della problematica. Si devono assumere in gocce, per l'esattezza sette gocce mattina e sera, disciolte in un bicchiere d'acqua o messe sotto la lingua. Non presentano controindicazioni, per cui potranno liberamente essere affiancati a farmaci tradizionali, rimedi omeopatici e floriterapici.
  • Fiori Californiani: lavorano su problematiche specifiche moderne e attuali, con sfumature fisiche: l'anoressia e la bulimia, i disturbi sessuali, le malattie derivate dall'inquinamento ambientale. Di solito non si inseriscono più di 5 o 6 rimedi in uno stesso mix personalizzato e la dose consigliata è di quattro gocce da assumere quattro volte al giorno sotto la lingua, salvo diverse prescrizioni specifiche.
Come consulente di Fiori di Bach BFRP non posso non sottolienare, però, che il sistema creato dal Dr. E. Bach è completo e sufficiente a risolvere qualunque difficoltà emotiva, da solo o combinato con la medicina tradizionale o l'omeopatia.

lunedì 3 settembre 2012

Promozione settembre....una novità!

Ecco una promozione valida per tutto il mese di settembre 2012. Un'offerta vantaggiosa da non perdere!

Se vi trovate in una di queste situazioni emotive:
  • Avete difficoltà nel riabituarvi alla routine quotidiana;
  • siete già stressati dopo pochi giorni dal rientro in ufficio;
  • vostro figlio inizierà la scuola tra pochi giorni e vi sembra spaesato e spaventato;
  • voi temete che si trovi male e siete preoccupati;
  • oltre a tutti quegli stati d'animo comuni (paura, stress, depressione, ansia, traumi, ...)
I Fiori di Bach sono a vostra disposizione per sostenervi e aiutarvi a tornare in armonia.

Per tutti coloro che prenoteranno un primo colloquio entro il 31 settembre, ci sarà una notevole riduzione e il servizio sarà offerto al costo di 30 euro invece che 50.

Contattatemi al 3392696524 oppure via mail (letinigro@hotmail.com) per prendere l'appuntamento.

Approfittatene!

mercoledì 29 agosto 2012

Un bentornati a tutti!


Immagino che sia stato difficile lasciare i luoghi di vacanza, le atmosfere rilassate e libere da orari, il clima assolato per tornare in città, alla routine di tutti i giorni.

Ammetto che vi capisco benissimo...

A breve riprenderò con i post dedicati ai Fiori di Bach, alle mie attività di consulenza e ai corsi a tema che terrò in autunno.


sabato 21 luglio 2012

Buone vacanze ....(Rescue Remedy?)

Ebbene si, è arrivato il momento di salutarci.

Buone vacanze a tutti, ci risentiremo verso la fine di agosto!

Ovviamente non ho una ricetta fissa da consigliarvi per poter passare una vacanza spensierata e piacevole, al di là di problemi di adattamento, inconvenienti che possono capitare etc.
Come sapete, se mi leggete da tempo, per ognuno servono Rimedi differenti a seconda della personalità e della situazione che vive.
Vi suggerisco però di tenere il Rescue Remedy a portata di mano e, se sapete di patire quando vi allontanate da casa vostra perché impiegate qualche giorno per abituarvi alla nuova situazione, vi consiglio di portarvi anche Walnut.

A presto!


mercoledì 18 luglio 2012

Fiori e ...Armonia

Oggi voglio dedicare un attimo proprio al titolo del mio blog, quindi al tema dell'Armonia.

Mi è venuta l'idea l'altro giorno, quando durante un colloquio con una mia cliente (non farò nomi per ovvi motivi di privacy) ci siamo rese conto che le sarebbe servito un Rimedio per allentare il controllo, permettersi più emozioni e vivere più in libertà.

Pur ammettendo che si trattava di una necessità reale, la cliente si è molto agitata e mi ha chiesto con una voce che manifestava ansia: "Ma non è che se assumo questo Rimedio, poi perdo completamente il controllo e arrivo a fare cose di cui pentirmi o a infilarmi in situazioni che non mi corrispondono??".

Da questa domanda l'idea del post.
Mi sembra fondamentale ricordare che l'obiettivo dei Fiori di Bach è riportare l'individuo in armonia, farlo stare bene, permettere alla persona di sentirsi centrata ed equilibrata nella realtà che si trova a vivere. Oppure, quando è utile e necessario, aiutare il soggetto ad apportare i giusti cambiamenti di vita e atteggiamento, per tornare in equilibrio.
Tutto questo, però, senza esagerazioni o stravolgimenti rispetto a quello che il soggetto si sente realmente di compiere e vivere.

I Rimedi non cambiano il carattere o la personalità, smussano solo alcuni aspetti che possono portare disarmonia, senza spingere la persona a fare nulla che non voglia o che non corrisponda al suo modo di essere.
Le azioni che un individuo compie sono una sua scelta e responsabilità, non sono indotte dai Rimedi che assume se non nella misura in cui, riportando  la persona in sé e in armonia, questa potrebbe effettuare scelte diverse da quelle che le sono abituali o assumere comportamenti nuovi.
Scelte e comportamenti, però, nei quali la persona si sente a suo agio, proprio perchè è cambiata ed è in "Armonia".

venerdì 13 luglio 2012

Fiori di Bach per le paure

Oggi voglio creare di nuovo un post "pratico" e farvi vedere come ad uno stato d'animo preciso può corrispondere un determinato Rimedio.

Fermo restando che i Fiori di Bach andrebbero individuati con l'ausilio di un Consulente esperto, vi voglio dare qualche esempio su tema delle Paure.

Provo paura e quindi..:

  1. Mi faccio prendere dal panico - Rock Rose
  2. Ho paura di qualcosa di certo (malattia, eventi, visite mediche, buio, fantasmi, parlare in pubblico, per timidezza etc..) - Mimulus
  3. Ho paura del contagio, della sporcizia, delle malattie - Mimulus e Crab Apple
  4. Ho paure per un parente, per i figli, che possa accadere un incidente o simile, sono preoccupato per il loro stato di salute ed emotivo  - Red Chestnut
  5. Ho paura e non so perché, non riesco a comprendere di cosa - Aspen
  6. Ho paura di non riuscire a controllare le mie emozioni e sentimenti, di fare qualcosa di cui poi mi pento - Cherry Plum
  7. Ho paura di mostrare i miei veri sentimenti  - Agrimony
  8. Ho paura di sbagliare scelta, sono incerto - Scleranthus / Cerato
  9. Ho paura di fallire - Mimulus/Larch/Willow
  10. Ho paura di stare da solo - Mimulus e Heather
  11. Ho paura del cambiamento, di cambiare o troncare i rapporti - Honeysuckle/Walnut/Mimulus/Chicory
  12. Sono superstizioso - Aspen
Questo solo per fare alcuni esempi, scrivetemi se volete un approfondimento.

venerdì 6 luglio 2012

Il consulente di Fiori di Bach adatto a voi...

In questo periodo mi capita spesso che qualcuno mi chieda come scegliere un consulente di Fiori di Bach, quali caratteristiche deve avere il professionista al quale rivolgersi.

Ho deciso, allora, di dedicare un post a quest'argomento.

Innanzitutto consiglierei di contattare un professionista, possibilmente un BFRP (Bach Foundation Registered Pratictioner) vale a dire una persona che ha seguito i corsi della Fondazione del Dr. E. Bach, si è certificato ed è iscritto nel loro registro internazionale. Questo punto, a mio parere, è molto  importante perché vi dà la garanzia di avere a che fare con una persona prepata e che aderisce completamente all'insegnamento di Edward Bach. E' qualcuno che sa perfettamente di cosa sta parlando quando vi consiglia un rimedio.

Potete trovare l'elenco dei BFRP italiani sul sito della Fondazione.

Dopo questa premessa, direi che il professionista giusto è quello con il quale vi sentite a vostro agio, che è capace di infondervi la giusta tranquillità durante il colloquio. E' importante che voi riusciate ad aprirvi e a parlare con lui/lei di qualsivoglia problematica stiate vivendo.

Ricorderei a tutti che i Pratictioner sono persone, quindi pur dovendo restare "distaccati" come è giusto che sia in un contesto professionale, anche loro hanno provato e provano emozioni, sentimenti, dolori e gioie e sono in grado di capirvi quando esprimete le vostre difficoltà, senza giudicare: la loro esperienza personale può essere quell'elemento in più che li aiuta a cogliere meglio le emozioni che comunicate.
E' importante, però, che non si lascino coinvolgere personalmente dai vostri racconti, altrimenti perdono di professionalità e non sono in grado di aiutarvi davvero.

Un ultimo punto che vorrei sottolineare, è che il professionista giusto per voi è quello che vi sa ascoltare. Dovete avere la sensazione che vi lasci raccontare, senza interrompere troppo se non per fare domande pertinenti che aiutino a capire la situazione emotiva.

I consulenti di Fiori di Bach non sono medici, per problematiche legate a patologie strettamente fisiche è importante richiedere il parere di un medico.

sabato 30 giugno 2012

Fiori di Bach: un esempio

Per salutare in bellezza giugno e l'arrivo dell'estate, per una volta voglio essere un po' meno accademica e farvi un esempio concreto di come i Fiori di Bach possano essere utilizzati nella vita quotidiana.

Sto per partire per un week-end lungo al mare con la mia famiglia e ho deciso di prepararmi un boccettino ad hoc. Staremo via solo 3 o 4 giorni, ma sento il bisogno di alcuni Rimedi che mi potranno essere utili.
Oltre ai Fiori di Bach che prendo regolarmente in questo periodo (Beech, Larch, Pine) sicuramente inserirò:

Olive
per la stanchezza: mia figlia soffre di insonnia ogni tanto. Questa notte non abbiamo dormito e parto già stanca, aggiungiamoci sole, bagni al mare, camminate...un rimendio che rinvigorisca non può mancare!

Walnut
: per adattarmi alla nuova realtà dell'albergo e della città di mare. Sono un tipo abitudinario e non mi adatto facilmente alle novità.

Honeysuckle
: per sentire troppo la nostalgia di casa, che normalmente mi prende i primi e gli ultimi giorni di vacanza (e quando ti godi il viaggio, direte voi?).

Porterò con me la Rescue Cream, da usare nel caso di eritemi e piccole scottature o punture d'insetto fastidiose.
E' facile, no?

martedì 26 giugno 2012

Alcune differenze tra i Rimedi: Pine e Crab Apple

Continuando i nostri post dedicati a chiarire le differenze tra alcuni Rimedi, che potrebbero essere scambiati tra di loro, oggi approfondirò il confronto fra i Fiori Pine e Crab Apple.

Entrambi questi Rimedi di Bach hanno tra le loro caratteristiche una sfumatura di autocondanna, la differenza sta nel fatto che:

  • le persone Pine condannano il proprio comportamento. Accettano sé stesse nell'insieme, ma sanno o pensano di essersi comportate male e si incolpano per aver fatto star male qualcuno (che la cosa sia vera o no). Concentrare il proprio pensiero su questo senso di colpa non permette loro di focalizzarsi meglio sulla loro vita, sul loro presente ed andare avanti bene.
  • le persone Crab Apple hanno un problema con l'accettazione di sé, non si piacciono, non si sentono a proprio agio con sé stesse e si condannano per come sono fatte, non per qualcosa che possono aver agito.
La differenza chiave, quindi, sta nel fatto che la condanna sia rivolta verso il proprio comportamento (Pine) o verso il proprio modo di essere (Crab Apple).

lunedì 18 giugno 2012

Alcune differenze tra i Rimedi: Mimulus e Larch

In questo post prendo in considerazione due Rimedi molto usati e conosciuti, Mimulus e Larch.

Appartengono a due gruppi distinti, perché Mimulus fa parte dei Fiori per la paura, mentre Larch rientra nei Rimedi per lo scoraggiamento.

Le persone Mimulus sono impacciate, timide e timorose, nervose perchè hanno paura di determinate cose o situazioni. Sono timide e, quindi, impacciate quando si trovano a relazionarsi con altri (magari un gruppo di persone) o parlare in pubblico, quando vedono l'attenzione su di sé.

Anche le persone Larch di solito sono impacciate e un po' timorose, ma solo perchè non hanno fiducia in sé e nelle proprie capacità, non si mettono in gioco.

Questi due Rimedi molto spesso sono combinati insieme.

mercoledì 13 giugno 2012

Alcune differenze tra i Rimedi: Gorse e Sweet Chestnut

Ecco il terzo post utile a comprendere meglio la differenza tra Rimedi, che all'apparenza possano avere un'utilità analoga. In questo caso parliamo di Gorse e Sweet Chestnut.

Gorse serve alla persona che guarda al futuro con pessimismo e disperazione, dopo aver provato e fallito (nel guarire da una malattia, nel superare una prova importante, ..); il soggetto non vede possibilità di riuscita e rinuncia.
Gorse rifiuta di credere che ci sia una speranza e si ferma al primo ostacolo, senza nemmeno trovare una soluzione.

Sweet Chestnut, invece, è utile ai soggetti che non si sono dati per vinti, hanno tentato e ritentato tutte le soluzioni possibili e di fronte all'insuccesso provano angoscia e disperazione estrema. Nonostante questo, però, perseverano nei loro tentativi di riuscita.

Per fare un esempio chiarificatore, di fronte ad una malattia grave la persona Gorse accetta la diagnosi terribile e si dispera, si abbatte, mentre la persona Sweet Chestnut, pur essendo disperata, reagisce lottando e cerca una soluzione.


lunedì 4 giugno 2012

Alcune differenze tra i Rimedi: Scleranthus e Wild Oat


Cosa distingue le persone che necessitano di Scleranthus da quelle che dovrebbero assumere Wild Oat?

Scleranthus e Wild Oat sono due Rimedi utili per l'indecisione e l'incertezza; quello che cambia, però, è il tipo di incertezza emotiva.
La persona che necessita di Scleranthus ha difficoltà nel fare una scelta e in particolare nel decidere tra due possibilità (compro questo o quello, mi metto questi pantaloni o quelli, vado o non vado alla festa?), mentre la persona a cui consigliare Wild Oat prova incertezza solo in merito alla direzione da dare alla propria vita, all'ambito lavorativo a cui dedicarsi con passione.
I soggetti che necessitano di Wild Oat sono a un punto di cambiamento della propria vita lavorativa, sentono che la strada intrapresa fino ad allora non è quella giusta e non hanno ancora ben chiaro come muoversi e verso cosa dirigersi.

lunedì 28 maggio 2012

Conosciamo i Fiori di Bach

Oggi vi propongo un nuovo incontro di presentazione dei Fiori di Bach, serio ma informale e divertente al tempo stesso. Ovviamente sarà tenuto da me e potrà essere un'occasione anche di scambio di esperienze e informazioni.
In base alle caratteristiche dei partecipanti potrò decidere di focalizzarmi di più su tematiche d'interesse condiviso ad es. sui Rimedi più adatti ai bimbi in situazioni chiave (gelosia, paure, difficoltà scolastiche, step di crescita, ...) o ai problemi legati alla situazione lavorativa, crisi di coppia e così via.

 


      Conosciamo i Fiori di Bach







L'appuntamento è per il 4 giugno presso l'Associazione Mammamondo a Milano, dalle ore 10 alle ore 12.
Il costo è di 5 euro, prenotazione obbligatoria.
Per prenotazioni o informazioni potete contattare l'associazione (tel 348 802 5265 oppure e-mail francesca@mammamondo.net)
Mammamondo si trova in Via Cimarosa, 8 (zona Corso Vercelli, nei pressi del Metrò Pagano).

L'incontro sarà ripetuto il 9 giugno alle ore 18.30, con le stesse modalità d'iscrizione e partecipazione.

giovedì 24 maggio 2012

Alcune differenze tra Rimedi: Impatiens e Beech

Sebbene per ogni Fiore esista una definizione precisa delle sue caratteristiche e, quindi, dovrebbe essere sempre evidente in quale situazione utilizzarlo, non è raro che di fronte ad una particolare situazione emotiva ci si trovi in difficoltà nella scelta tra due Rimedi che sembrerebbero sovrapporsi.

In questo post mi interessa chiarire la differenza tra Impatiens e Beech.
Innanzitutto i due Fiori appartengono a gruppi diversi, Impatiens ai Rimedi per la solitudine e Beech a quelli per una preoccupazione eccessiva per il benessere degli altri.
Sia le persone Impatiens sia quelle Beech sono nervose, irrequiete.
Nel primo caso, però, lo sono per la necessità di essere veloci in tutto quello che fanno e per la difficoltà di doversi adattare ai ritmi più lenti delle altre persone; nel caso di Beech, invece, lo sono per intolleranza e non per impazienza: non sono i ritmi degli altri ad innervosirli, quanto le loro abitudini e i modi di fare diversi dai propri. Questi sono considerati manifestazioni di stupidità e per questo non tollerati.

sabato 19 maggio 2012

Cosa fare quando una persona non risponde al trattamento?


I Fiori di Bach si scelgono sulla base delle emozioni del momento e svolgono un'azione gentile e delicata, che giorno dopo giorno porta il soggetto a sentirsi meglio, più positivo e in armonia.
Durante il trattamento, però, accade sovente che al posto di stati d'animo negativi superficiali emergano emozioni più profonde e radicate, che a loro volta dovranno essere trattate con Rimedi adatti.

In casi particolari, invece, sembra che nessun Rimedio faccia effetto sulla persona o sia adatto alla situazione emotiva, oppure al contrario sembra che troppi Fiori siano indicati.
In queste situazioni il Dr. E. Bach stesso consigliò di ricorrere all'uso di Wild Oat o di Holly.

Egli sostenne, infatti, che se un caso non risponde al trattamento, dare Holly o Wild Oat farà emergere con chiarezza il/i Rimedi di cui la persona ha bisogno.

Ci sono però alcune precisazioni fondamentali:
  • Wild Oat o Holly, qualunque si scelga non va combinato con altri Rimedi e non vanno abbinati tra loro;
  • E' una soluzione adatta solo quando la persona sta già usando i Fiori di Bach da un po' di tempo e non si vedono risultati apprezzabili.
  • E' una soluzione utile quando la persona sembra avere bisogno di 10 o più rimedi e non si riesce ad eliminarne alcuni;
  • Si consiglia questa soluzione quando il soggetto è difficile da definire in termini di rimedio unico o di un mix personalizzato ragionevole (non più di 7 Rimedi insieme).
In genere si considera che Holly sia adatto alle persone attive, estroverse, aggressive mentre Wild Oat alle persone passive, depresse, deboli.

Assumendo il singolo rimedio per circa due settimane emergerà con maggiore chiarezza il disequilibrio emotivo del soggetto e si potrà intervenire con un mix ad hoc.

E' una soluzione utile anche per quelle persone che si sentono emotivamente "bloccate".

sabato 12 maggio 2012

Mix o Combinazioni di Rimedi

Per Mix o Combinazione di Rimedi intendo un insieme di Rimedi preselezionato, presentato come un prodotto già pronto e suggerito per situazioni particolari (ad es. superare il fuso orario, affaticamento, ottimismo, coraggio, etc.).

Se ne trovano parecchi in giro, di varie marche e contenenti i soli Fiori di Bach o con altri rimedi floreali in aggiunta.

Come BFRP certificata presso la Dr. E. Bach Foundation (UK) è per me importante sconsigliare l'impiego di mix/combinazioni preconfezionati, poiché sono preparati indipendentemente dalla persona che li assumerà, senza conoscerne le problematiche e la personalità, partendo dal presupposto che persone che affrontano un certo tipo di problematica reagiscano tutte nello stesso modo e, quindi, abbiano bisogno dei medesimi rimedi.
Quest'idea tradisce, invece, proprio la filosofia del Dr. Bach, secondo la quale persone con la stessa patologia, ma con personalità e stato emotivo differente, hanno bisogno di Rimedi diversi tra loro.

Attualmente esistono vari tipi di mix, questi prodotti, però, potrebbero non contenere i Rimedi specifici necessari al singolo che si trovi ad affrontare un determinato stato d'animo, mentre allo stesso tempo potrebbero contenere troppi Rimedi o ridondanti: si veda la miscela "Coraggio", dove sono stati inseriti tutti i Fiori per la paura, indipendentemente dal tipo di paura che la persona si trova a vivere (per i propri cari, paura di perdere il controllo, etc.).

Nel sistema del Dr. E. Bach esiste una sola combinazione di Rimedi da lui creata e consigliata, il Rimedio di Emergenza, noto anche come Rescue Remedy.
Comprendente Star of Bethlehem, Rock Rose, Clematis, Impatiens e Cherry Plum, il Rescue Remedy è un rimedio di emergenza, per rispondere alle situazione di crisi improvvise di ogni giorno. NON si tratta, però, di un Rimedio da assumere per tempi prolungati, come terapia: a questo scopo si ottengono benefici duraturi e maggiori con un mix personalizzato, selezionato sulla base delle esigenze personali.

martedì 8 maggio 2012

Grazie a tutte!..Poche ma buone!

Volevo ringraziare personalmente le mamme che hanno partecipato all'incontro di ieri mattina presso l'Associazione Mammamondo a Milano.

L'incontro, focalizzato sui Rimedi del Dr. E. Bach e sulla loro utilità nella nostra vita, doveva essere una breve presentazione del metodo e del suo creatore, ma si è trasformato in un appuntamento a carattere informale e al tempo stesso approfondito e divertente, con molta partecipazione diretta da parte delle mamme presenti.
Mi sono divertita io stessa e spero di aver trasmesso bene e con entusiasmo i concetti principali di questo fenomenale metodo.

Grazie a tutte e alla prossima (Ven. 11 alle ore 18.30)!!

mercoledì 2 maggio 2012

La vita e le opere del Dr. E. Bach. Parte 2

Come accennato nella Parte 1, nel 1930 il dr. E. Bach abbandonò tutto e si trasferì in campagna, con l'obiettivo di ricercare una formula di terapia basata sulle caratteristiche emotive e psicologiche della persona, quindi prettamente individuale: la guarigione avrebbe dovuto avvenire tramite il riequilibrio e l'armonia dello stato interiore piuttosto che tramite il contrastare la malattia a livello dei suoi sintomi corporei.
Il nuovo principio seguito da Bach era "Curare i pazienti e non la malattia", perché una volta superati i pensieri negativi anche l'organismo si riprende.

Durante gli anni in cui aveva esercitato la pratica medica a Londra, aveva affinato la sensibilità del suo corpo e della mente. E' grazie a questo fatto che riuscì, di volta in volta, a cadere in stati emotivi  profondi e coinvolgenti (rabbia, depressione, ansia, paura, disperazione etc.) e a trovare per campi e viottoli il fiore (non coltivato) che gli potesse restituire pace e serenità.

In questo modo scoprì i 38 Rimedi per combattere i 38 stati emotivi, nei quali l'uomo può trovarsi e che sono spesso la causa dell'alterazione dell'equilibrio psico-fisico dell'individuo.
Dr. E. Bach morì nella sua casa di Mount Vernon (UK) il 27 novembre 1936.

lunedì 30 aprile 2012

La vita e le opere del Dr. E. Bach. Parte 1

Tornata dopo una piccola assenza, per una vacanza in famiglia, ho pensato fosse opportuno raccontarvi anche qualcosa sul Dr. E. Bach, in modo da darvi un quadro più completo dei pensieri e delle riflessioni che stanno all'origine del metodo Fiori.

Il Dr. E. Bach nacque a Moseley, in Inghilterra, nel 1886.
Si laureò come Medico Chirurgo e Batteriologo e operò a Londra, dove divenne una delle massime autorità nel campo dell'immunologia. Non soddisfatto, ebbe i primi contatti con la teoria dell'omeopatia di Hahnemann e in particolare sposò il concetto che "il paziente è il fattore principale nella guarigione", partendo dal quale si attribuisce una cura adatta alla personalità e alle caratteristiche del paziente e non solo alla sintomatologia che riporta.
Per qualche tempo lavorò anche nel Royal London Homeopathic Hospital, dedicandosi al rapporto tra tossicemia e malattie croniche: il dr. Bach riuscì ad individuare sette gruppi di batteri che compongono la flora batterica dell'intestino e, applicando i metodi dell'omeopatia, preparò sette nosodi da somministrare ai pazienti (per via orale) per ripulire l'intestino. Questi preparati sono famosi come "i nosodi di Bach" e sono tutt'ora in uso.
Nel tempo si accorse che soggetti con le stesse caratteristiche emotive traevano giovamento dalla somministrazione dello medesimo nosodo, indipendentemente dalle loro patologie; in questo modo iniziò a prescrivere i nosodi solo in base alle caratteristiche emotive dei pazienti.
Ciò confermò la sua ipotesi che le malattie siano solo "il consolidamento di un atteggiamento mentale".

Nel 1930, ormai famoso come medico e ricercatore, lasciò la ricca clientela e lo studio di Londra per dedicarsi interamente alla ricerca di un sistema di prevenzione e cura delle malattie privo di effetti secondari dannosi, semplice e alla portata di tutti.Si trasferì così in campagna.

mercoledì 18 aprile 2012

Water Violet


"Per coloro che in salute o nella malattia desiderano stare soli. Persone molto tranquille, che non fanno rumore, parlano poco e in modo garbato. Molto indipententi, capaci e fiduciose di se stesse. Sono quasi totalmente libere dalle opinioni degli altri. Sono riservate, lasciano in pace gli altri e amano andare per la propria strada. Spesso sono intelligenti e dotate di talento. La loro tranquillità e la loro calma sono una benedizione per chi li circonda." (da I Dodici Guaritori e Altri Rimedi, Dr. E. Bach)

Water Violet fa parte dei Rimedi per la solitudine. E' una pianta dallo stelo allungato, eretto e le persone con questo carattere di solito rispecchiano un po' le caratteristiche della pianta: delicate ed eleganti, un po' aristocratiche, centrate e molto riservate. Stanno molto bene da sole e raramente sconfinano nella privacy altrui.
Quando sono equilibrati e in armonia, questi soggetti sono una compagnia molto piacevole.
I rischi sono che si chiudano troppo in sé stessi, diventando incapaci di sviluppare relazioni e di coltivarle, oppure che appaiano agli altri come "snob" e con un senso di superiorità, arroganti, per cui la gente li rifugge.

Il Rimedio aiuta ad aprirsi agli altri, a partecipare, ad integrarsi e a mantenere una vicinanza emotiva con le persone a loro vicine.

martedì 10 aprile 2012

Breve incontro di presentazione su "Fiori di Bach: Strumenti per cambiare”




Mammamondo propone due incontri con Letizia Nigro, Consulente in Fiori di Bach certificata presso la Dr. E. Bach Foundation (UK): un aiuto naturale per chi sente il bisogno di tornare in armonia con se stesso e con gli altri. Scopriamo insieme come funziona questa terapia priva di effetti collaterali e controindicazioni per cosa si usa e per chi è indicata.

Lunedì 16 Aprile ore 10.00 oppure Martedì 17 Aprile ore 18.30.
Gli incontri hanno una durata di circa un ora e mezza.
Costo: 5,00 euro a persona.
Letizia è disponibile, su appuntamento, per colloqui e terapie personalizzate il martedì mattina ed il venerdì pomeriggio.

Ass. Mammamondo Milano, Via Cimarosa 8, http://www.mammamondo.net/
Per info e iscrizioni:
francesca@mammamondo.net, 348 8025265

sabato 7 aprile 2012

Impatiens

"Per coloro che sono veloci nel pensiero e nell'azione e desiderano che tutto sia fatto senza esitazione né ritardo. Quando sono malati hanno fretta di guarire al più presto. Per loro è molto difficile essere pazienti con le persone lente, perché ritengono che ciò sia sbagliato e una perdita di tempo e le sollecitano costantemente. Spesso preferiscono lavorare e pensare da soli, per poter fare le cose seguendo i propri ritmi." (Da I Dodici Guaritori e Altri Rimedi, Dr. E. Bach).

La persona che necessità di Impatiens ha sempre fretta e se per qualche motivo si trova a dover attendere, diventa nervosa e irritabile. E' impaziente e reagisce con estrema tensione agli timoli offerti dall'ambiente: tutto all'esterno sembra molto lento, "frenante" e causa profonda frustrazione.

Espressioni tipiche sono "Quanto ci metti? Lascia fare a me, ci penso io!!" oppure "Sbrigati, non ho tutto il giorno a disposizione per..." o "Piuttosto che spiegartelo, faccio prima se ci penso da solo".

Sono persone che preferiscono lavorare da sole, in autonomie e non sono adatte al ruolo di "Capo" perché non mostrano molta indulgenza e tatto verso i sottoposti dal carattere diverso e più lento.
Del resto raramente hanno ambizioni da leader, come invece il carattere Vine.

Impatiens fa parte dei Rimedi per la solitudine, perché questi soggetti tengono molto alla loro indipendenza ed autonomia e, al tempo stesso, chi li circonda può sentire bisogno di allontanarsi a causa del loro umore mutevole e della tensione nervosa.

Se si rivolge loro una critica, si adirano subito, anche se poi l'ira svanisce in fretta.

Il Rimedio aiuta queste persone ad avere meno fretta, a non intervenire sempre direttamente e a lasciare che le cose accadano da sé.

Si è visto che può essere utile a genitori che perdono spesso la pazienza con i figli o a bambini che fanno molti capricci e hanno eccessi d'ira (ma deve essere un Pratictioner a valutarlo).


venerdì 6 aprile 2012

Alcune citazioni sul tema genitori e figli

"Il compito dei genitori è un servizio divino che deve essere rispettato come, o forse di più, di ogni altro dovere che siamo chiamati ad esercitare. Siccome richiede sacrificio, dobbiamo convincerci a non chiedere al figlio nessuna ricompensa. Esso consiste solo nel donare, e donare amore, protezione e guida fino a quando la sia anima prende carico della sua giovane personalità. Indipendenza, individualità e libertà sono le prime cose da insegnare al fanciullo, che deve essere incoraggiato ad agire e pensare da solo." (Dr. E. Bach,Guarisci te stesso, cap. V).

"Ogni desiderio di controllo o volontà di uniformare la giovane vita alle proprie personali ambizioni, è una terribile forma di avidità e non deve mai essere incoraggiata...Ogni minima spinta al dominio deve essere fermata al suo insorgere..Dobbiamo incoraggiare in noi l'arte del donare (ai figli) e svilupparla al punto di eliminare ogni traccia di comportamenti diversi." (Dr. E. Bach,Guarisci te stesso, cap. V).

"In tante case genitori e fanciulli innalzano una prigione effetto di falsi motivi e di una errata concezione del rapporto tra padre e figlio. Questa prigione ingabbia la libertà, soffoca la vita, impedisce il naturale sviluppo e toglie la gioia per ogni cosa; i disordini mentali, nervosi, persino fisici che affliggono la gente sono in altissima percentuale all'origine delle malattie del nostro tempo." (Dr. E. Bach,Guarisci te stesso, cap. V).

"Il maestro tenga sempre a mente che il suo compito è solo quello di far da guida al giovane, di offrirgli l'occasione di conoscere le cose del mondo e della vita, al punto che ogni fanciullo possa riconoscere quale è la sua strada, e, se lasciato libero, di scegliere per istinto ciò che è necessario al successo della propria vita. Dunque nessuna maggiore preoccupazione deve avere al di là.di indirizzare lo studente verso la scoperta di ciò che veramente vuole. (Dr. E. Bach,Guarisci te stesso, cap. V).

domenica 1 aprile 2012

Heather

Secondo la definizione originale del Dr. E. Bach (I Dodici Guaritori e Altri Rimedi), Heather serve:

"Per coloro che sono sempre alla ricerca della compagnia di chiunque sia disponibile, spinti dall'irrefrenabile desiderio di parlare dei loro affari con gli altri, non importa di che persone si tratti. Sono molto infelici se devono rimanere solo per un certo periodo di tempo."

Heather fa parte dei Rimedi per la solitudine, perché la persona Heather è talmente presa dai propri problemi da non porre alcuna attenzione verso le difficoltà altrui.
Normalmente sono soggetti che temono fortemente la solitudine, si sentono soli e "catturano" qualunque persona interagisca con loro riversandogli addosso tutti i loro problemi.
Assorbono l'energia vitale degli altri e stancano l'interlocutore: è per questo che spesso si ritrovano più soli di prima, infatti la gente li evita e quando li vede da lontano cambia strada.

Esiste anche il tipo Heather introverso e in questo caso il bisogno di parlare non si manifesta affatto, ma si intuisce lo stesso che la persona è tutta presa da un suo lavorio mentale incessante, è totalmente incentrata su se stessa.

Uno studioso inglese ha definito Heather il Rimedio per il "bambino bisognoso", che non ha altra risorsa se non l'attenzione e la dedizione dell'ambiente che lo circonda. Si tratta di persone che nell'infanzia si sono sentite sole, tagliate fuori e poco amate.

Heather aiuta queste persone a diventare "adulti comprensivi", ad aprirsi agli altri sapendoli ascoltare e ponendo attenzione alle loro problematiche. Aiuta a dare, oltre che a ricevere.

E’ un rimedio utile per i bambini che regrediscono a comportamenti propri di uno stadio di sviluppo inferiore rispetto alla propria età (insieme a Honeysuckle).

Può essere utile nel trattare la bulimia.